Cortina d'Ampezzo

Da alluvione pietre storiche Belluno

Se l'alluvione di fine ottobre nel bellunese ha avuto un merito, questo è nell'aver consentito di rintracciare una serie di importanti resti lapidei di alto valore storico accumulati alla rinfusa, in epoca napoleonica, sul greto del Piave. Il loro recupero, all'altezza del "Parco fluviale" di Lambioi, è iniziato oggi e riguarderà 89 pietre che si ritiene facessero parte del castello e delle mura medievali della città di Belluno, distrutti nel 1804. Il materiale fu utilizzato pochi anni dopo per realizzare parte degli argini ed è stato riportato alla luce dell'ondata di piena del Piave dello scorso autunno. Una volta risistemato l'alveo danneggiato a cura del Genio Civile, ha spiegato l'assessore comunale alla cultura di Belluno, Marco Perale, "le pietre recuperate verranno riposizionate nell'identico punto dove sono state ritrovate per creare un percorso storico-archeologico con appositi tabelloni e raccontare così la storia antica di Belluno". (ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie